Ricerca

Post Recenti

Archivi

Topics


« | Main | »

Un paese vassallo

By Pasquale | ottobre 13, 2015

Una volta esisteva l’Italia. L’orgoglio di essere italiani, di rappresentare questo Paese senza doversi sentire accreditati e benedetti per forza da altre nazioni. Invece, ora, è tutto un rincorrere l’approvazione mediatica dei poteri finanziari e degli stati più forti. Forse ciò rappresenta da sempre le dinamiche degli stati vassalli, eppure…. un tempo, ad esempio, ci fu Sigonella. Il ministro Bochi Schermata 10-2457309 alle 20.00.08sente il bisogno di girare il mondo per raccontare di aver fatto quanto altri da noi le hanno richiesto. In altri tempi, altri uomini avrebbero pensato a girare l’Italia per capire come migliorare la propria comunità. Nella carne viva, non sui giornali. Ma chi non ha mai preso un voto questo non può saperlo. Gioca con i numeri, quelli che condannano il SUD alla fine, per esempio, perchè al Nord agiscono come un’unica classe dirigente e paradossalmente per interesse “nazionale” (cioè del loro territorio). C’è tanta sete di Politica. Anche di competenza. Prima o poi tornerà e chissà forse non saremo più vassalli. Nè di poteri “stranieri” nè dell’ignoranza mediatica.

Topics: Filosofia | No Comments »

Comments

You must be logged in to post a comment.