Ricerca

Post Recenti

Archivi

Topics


« | Main | »

Chi ha spento la luce nella civiltà del progresso?

By Pasquale | aprile 7, 2013

 boldrini.jpgLa Boldrini (terza carica dello Stato) <<Ho imparato la sofferenza del mio Paese negli ultimi tempi, io non immaginavo che in Italia oggi ci fosse tanta povertà, tanto bisogno delle cose essenziali >>.

Chiusi in una torre d’avorio, a collezionare cariche, nomine e premi. E’ questa la condizione degli appartenenti all’aristocrazia politicamente corretta.

Senza mai aver avuto la conoscenza della realtà, avendo attraversato lunghi viali alberati dove tutto è facile e i percorsi sono tracciati dai flash di fotografi pagati da organizzazioni internazionali (il più delle volte inutili), si scoprono improvvisamente a contatto con la realtà e si meravigliano dello stato di povertà della gente.

Nel medioevo e anche prima nascevano associazioni ed enti umanitari promossi dal Papa, dai re, dalle regine che concretamente – secondo le possibilità, le limitazioni ed i pregiudizi dell’epoca – aiutavano i poveri e le persone in difficoltà. Oggi, di grazia, chi ha spento la luce dell’intelletto nella cosiddetta civiltà del progresso?

 

PS: tralascio volutamente ogni riflessione sul fatto che il Presidente della Camera abbia ammesso di non conoscere lo stato di povertà del suo Paese.

Topics: Filosofia, Politica, Storia | 190 Comments »

Comments

You must be logged in to post a comment.